Londra, furgone sulla folla: un morto – VIDEO

loading...


E’ ancora terrore a Londra, dove un furgone ha investito i passanti all’esterno di una moschea a Finsbury Park la scorsa notte. Il bilancio parla di un morto ed otto feriti al momento. Alla guida del veicolo c’era un uomo bianco di 48 anni che è stato immediatamente arrestato: secondo fonti locali, l’individuo avrebbe urlato frasi di odio nei confronti della comunità islamica, la quale si è già espresso sull’accaduto definendo l’atto commesso da questo folle come “un gesto di terrorismo”. Ci troviamo in pieno Ramadam, il mese sacro in cui i musulmani digiunano, e per questo motivo l’edificio sacro era pienissimo. Il veicolo ha travolto due persone uccidendone una, e subito dopo sono accorse sul luogo diverse ambulanze. Il 48enne è poi sceso dai veicolo brandendo in mano un coltello e colpendo un pedone. In breve tempo però la polizia ed alcuni civili lo avrebbero bloccato. Secondo quanto riferito dagli stessi testimoni, il maniaco avrebbe agito assieme ad un complice. L’aggressore è stato descritto come “Grosso, forte fisicamente e chiaramente inglese”. Una persona gli avrebbe chiesto se avesse pensato a cosa aveva appena fatto, e l’omicida avrebbe risposto in tono di sfida: “Uccidimi!”.

La premier Theresa May ha intanto annunciato una riunione urgente stamattina, dopo essere stata avvisata di quanto accaduto. Il Muslim Council of Britain intanto si è espresso ufficialmente su quanto successo parlando di “un atto pensato per colpire deliberatamente la comunità musulmana in un impeto di ‘islamofobia’, per cui si chiede alle forze dell’ordine di tutelare con maggiore efficienza ed attenzione i nostri credenti di fede musulmana”. Una versione confermata dagli stessi testimoni, che hanno parlato di gente colta alla sprovvista dal veicolo piombato all’improvviso sulle persone. Il maniaco che ha compiuto il gesto è stato affrontato dalla folla furiosa, con alcuni civili che lo hanno preso a calci e pugni una volta sceso dal furgone, per impedirgli di commettere una ulteriore pazzia.

La polizia intanto ha iniziato a presidiare la zona, circondando la moschea con numerosi funzionari dell’antiterrorismo britannica. Esponenti della comunità musulmana invitano comunque a non fomentare le divisioni con i cristiani ed invitano tutti a restare calmi e a non cedere all’odio. Sul fatto si è espresso anche il leader laburista e capo dell’opposizione, Jeremy Corbyn, il quale si è detto “fortemente scioccato”, mentre il sindaco di Londra, Sadiq Khan, musulmano, ha affermato di essere in contatto costante con i responsabili della moschea e con la polizia. Sempre la moschea di Finnsbury Park dove è successo il fatto fu teatro dieci anni fa dell’ascesa di Abu Hamza, un predicatore fondamentalista arrestato per sospetto terrorismo estradato alla fine negli USA, e precedentemente venne frequentata da Richard Reid, il quale nel 2001 tentò di far esplodere un ordigno nascosto in una scarpa a bordo di un aereo di linea della American Airlines diretto da Parigi a Miami.

loading...

Potrebbero interessarti anche...